Lucia Del Grosso

Grande è la confusione sotto il cielo ……..

CARO CUPERLO

agosto6

CANTIERE APERTOCaro, Cuperlo, ho letto la tua lunga lettera a Matteo Renzi. Non lo so se ti risponderà. Una volta nei partiti da cui proviene il PD non si lasciavano cadere i temi sollevati da un dirigente, specialmente se si trattava dei macigni che hai sollevato tu in merito alle riforme.

E comunque pure la creanza imponeva un qualche cortese cenno di riscontro.

Ma oggi tu veramente credi di poter portare Matteo Renzi su questo terreno, cioè affrontare le questioni nel merito?

Cioè concentrarsi sui bug del sistema che vuole mettere in piedi, che non è il superamento del bicameralismo perfetto, è proprio lo snaturamento della democrazia parlamentare?

Pensi che questo pastrocchio sia dovuto alla fretta di approdare ad una qualche riforma, per cui Renzi può essere ricondotto a più miti consigli in modo da rimediare in sede di approvazione della legge elettorale?

Ne dubito. Per vari motivi:

1) Sicuramente i nostri attuali padri costituenti (ahahahahah, scusa, mi scappa da ridere) non sono cime di cultura politica, però se non ci arrivano loro, sicuramente qualcuno del loro staff deve averli avvertiti che le riforme costituzionali non si fanno a pezzi, ma avendo chiaro un disegno coerente a cui si approda stabilendo che tipo di Stato, che tipo di governo, che tipo di società si immagina. E quindi saltellare da riforma elettorale a riforma del Senato per poi tornare alla riforma elettorale e chissà quanti altre capriole è la maniera migliore per partorire un mostro. Ma vuoi che non lo sapessero? E’ che non gli frega una beneamata cippa. L’importante è approdare ad un sistema dove chi vince le elezioni non ha la rottura di balle di mediare con le minoranze esterne e interne del partito. Sissignore, pure interne. E poco importa se poi in questo procedimento forzato venga fuori che un Senato delle autonomie poi si debba occupare pure di temi etici, il che non è molto coerente, tanto nella prassi si può rimediare.

2) Come si rimedia a questi errori di sistema? Semplice: l’accordo del Nazareno non è sulle riforme, cioè sull’assetto costituzionale è solo di massima. L’accordo mira in realtà, come ha scritto intelligentemente Polito, ad assicurare a Renzi la piena governabilità senza ascolto di chicchessia fino alle prossime elezioni. “Io ti assicuro i voti sulle riforme e tutto, basta che concordi con me” questo è il patto “E tu, ehm, io ho le mie aziende, sai …..”.

3) Insomma grandi intese per tagliare le cosiddette ali e tutte le forme di dissenso, alla faccia della promessa “Non più grandi intese”.

4) E cambia molto, se il disegno è questo, alzare le soglie di sbarramento, la soglia di ballottaggio e tutte le proposte che avanzi tu? Maffigurati! Anche con minoranze non del tutto assenti dal Parlamento, e senza la maggioranza dei seggi acquisita con un pugno di voti, la maggioranza sui provvedimenti si rimedia sempre con il soccorso blu di Forza Italia. Anche per il senso di responsabilità (permettimi questa stoccata) della minoranza PD. Quei parametri sfacciati servivano solo ad alzare il prezzo come si fa al mercato, poi si scende. E vi fa contenti e fessi.

Tu sei troppo intelligente per non sapere tutto questo. E allora perché hai scritto quella chilometrica lettera?

Eh, credo che tu sappia bene che non c’è niente da fare, ormai è già tutto successo. L’hai scritta perché speri di gettare ancora qualche seme di cultura politica in questo deserto sperando che un domani germoglierà. Buona cosa, questo fa sempre bene. Ma qui non si tratta solo di gettare semi. Bisognava fare qualcosa prima che le erbacce crescessero. Forse non ci si riusciva lo stesso a fermare questa deriva. Ma almeno si arrestava l’esodo di molti militanti.

Renzi qualcosa forse ti risponderà. Ma certo non nel merito, se speravi di aprire un dibattito politico nel PD. Ti risponderà che lui già ha aperto sulle preferenze, sulle soglie di sbarramento, ecc. ecc. Ma rigorosamente nei 140 caratteri di twitter.

UNA COMPAGNA DI BASE.

 

 

posted under Lucia Del Grosso
3 Comments to

“CARO CUPERLO”

  1. Avatar agosto 6th, 2014 at 20:52 dorzacc Says:

    Certo Renzi può avere in testa tutto questo, ma la drammatica situazione del paese imporrà delle scelte su chi paga la recessione. E allora tutte queste strategie lasceranno il tempo che trovano.
    Siamo finiti dove dovevamo finire, cioè nella merda e da questa si esce solo con scelte di sinistra oppure il governo sarà spazzato via e anche questi statisti immaginari.


  2. Avatar agosto 10th, 2014 at 09:58 Corbelli Francesco Says:

    Cari amici del PD io chedo che tutta questa casciara che sta succedento nel partito, credo che a Renzi bisogna dargli un pò di fiducia anche perchè lui in pochi mesi a portato il PD dal 22% al 40% che neanche il compianto Berliquer ci è riuscito, quindi lavorate per il bene del partito e dell’italia senza fare damagogia e dare a cesare quel che di cesare , vi abbraccio tutti e forza PD !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


  3. Avatar agosto 11th, 2014 at 22:44 Mauro Says:

    E allora faccio una ipotesi di fanta politica: e se tutti questi dissidenti interni da Mineo a Cuperlo, da Citati a Fassina servissero solo a calamitare i voti della sinistra del PD che non crede che per salvare l’Italia ci vuole la riforma del Senato ma vota per cieca fede


Email will not be published

Website example

Your Comment:


befana

like box

contatore

4w


adsense1