Lucia Del Grosso

Grande è la confusione sotto il cielo ……..

CARO NAPOLITANO

marzo30

NAPOLITANOCaro Presidente della Repubblica, in questi giorni in cui nostro Signore Gesù è ancora avvolto nel suo sudario, a me pare che si stia consumando un altro sacrificio non religioso, bensì laico: quello della volontà popolare. Perché così sembra la Sua risoluzione di congelare il governo Monti che, a Suo dire, non è stato sfiduciato e quindi è pienamente operativo. Le vorrei pacatamente far notare che, seppure è vero che non si capisce bene cosa il popolo italiano abbia voluto indicare con il suo voto, tuttavia una chiara volontà, una sola, in mezzo al pieno marasma elettorale, l’ha espressa: Monti no, proprio no. Non Le pare che sarebbe il caso di accelerare la formazione di un nuovo governo invece di tenere in stand by il più delegittimato da queste elezioni? E invece Lei sorvola sulla limitazione dei poteri che la nostra Costituzione assegna ai governi che operano in prorogatio e sulla circostanza che questo governo è azzoppato dalle dimissioni di uno dei ministri più importanti, oltretutto a seguito di una figuraccia internazionale.

E sempre in tema di settimana della Passione vorrei chiederLe conto anche di quella flagellata alla Costituzione relativa alla nomina di due commissioni, una in materia istituzionale e una in materia economica che ha annunciato. Va bene che se una roba non è codificata nella Costituzione non è detto che sia incostituzionale, ma, di grazia, “costituzionalmente” queste commissioni che natura hanno? Non sono commissioni parlamentari perché i nomi proposti sono di gente illustre, ma che non siede in Parlamento, non si capisce a chi devono riferire, non si capisce di preciso che devono fare. Che cosa sono? Consulenti? Di chi? Del Parlamento? E il Parlamento queste robe non le sa fare da solo? Ha bisogno di lumi esterni? Del governo che verrà? Sarebbe il primo governo che si ritrova il lavoro fatto prima di essere insediato. Suoiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii?? Peggio mi sento! Da quando in qua il Presidente della Repubblica si fa promotore di riforme?Decide il Parlamento se farle o no.

Infine avrei qualcosina da ridire anche sui nomi proposti. Anzi, sui nomi NON proposti. Mi pare che non ci sia nessuno di area grillina. Non che io lamenti il mancato apporto di competenze di quell’area: si è vista l’utilità del contributo che può venire da quelle parti. Lamento il mancato coinvolgimento dei grillini, anche solo per fare le fotocopie: si vanno nascondendo nei bagni del Parlamento per sfuggire alle responsabilità e Lei gliene sta fornendo la giustificazione.

L’occasione è gradita per formularLe i più cari auguri di Buona Pasqua.

 

P.S. Ma proprio Violante e Quagliarello Le dovevano venire in mente? Ma è proprio necessario servire argomenti a Grillo per starnazzare all’inciucio?

posted under Politica | 19 Comments »

LA LEGGE DEL CONTRAPPASSO

marzo26

CRIMI CHE DORMEMi chiedevo perché mai gli Italiani hanno votato il Movimento 5 Stelle.

1) Per farli governare no. Loro aspettano il 51% per governare, fino ad allora non se ne parla, non danno fiducie, né non-sfiducie, né appoggi, né non-appoggi, né a governi politici, né tecnici, né di altra natura, né questo e né quell’altro;

2) per far approvare qualche buona legge no. La rete che doveva essere così feconda di produzione legislativa non ha provveduto e quindi toccherebbe a qualche parlamentare grillino scrivere qualche comma, ma pare che tra il dire e il fare ecc. ecc.;

3) non per vigilare sui parlamentari degli altri partiti perché pure a Crimi è venuto un colpo di sonno;

4) non per far chiudere le odiose mangiatoie della Kasta dato che alla mensa dei dipendenti ci va la Presidente della Camera, i grillini col cazzo, abbiamo le fotografie;

5) non per dare un taglio a parentopoli, i grillini sono capaci di far eleggere famiglie intere;

6) non per ridurre i portaborse e il personale politico in genere. Anzi, i grilini hanno inventato addirittura una nuova figura professionale: il coordinatore della comunicazione dei gruppi parlamentari. Pagata per non comunicare, oltretutto;

7) Non per essere una guida per l’Italia dato che si perdono dentro Montecitorio.

C’è una sola spiegazione all’impressionante numero di voti ottenuti dal Movimento 5 Stelle apparentemente senza motivo: la punizione divina. Quei voti non erano consensi, ma l’ira di Dio che si è abbattuta sui grillini con precisione dantesca. Tutto quello che hanno scatenato contro la vituperata Kasta gli si sta puntualmente ritorcendo contro secondo la crudele legge del contrappasso: persino l’abbiocco.

Intanto i capi di governo stranieri tramite le rappresentanze diplomatiche stanno già diffondendo la notizia che non hanno nipoti che frequentano parlamentari grillini.

posted under Politica | 8 Comments »

BUONA DOMENICA DELLE SALME

marzo24

FOSSE ARDEATINEOggi è la domenica delle Palme. Buona domenica delle Palme.

Oggi è anche la ricorrenza della strage delle Fosse Ardeatine: 335 innocenti furono massacrati dai nazisti e dai loro degni alleati fascisti. Quelli che per la capogruppo grillina alla Camera avevano senso dello Stato e della famiglia. Ah, ma lei si riferiva al primo fascismo, questo è l’ultimo. Anche loro sono il primo grillismo, bisogna vedere come sarà l’ultimo.

E oggi è il giorno dopo l’indegna manifestazione a Piazza del Popolo, quella delle comparse a 10 euro e/o a 4 ore di straordinario pagate. Pagate da un paperon de’ paperoni con l’uveite ad intermittenza come le lucine sull’albero di Natale: in tribunale sì in piazza no.

E questi sono anche i giorni in cui un manipolo affetto da finanziamentopubblicofobia si è piazzato in Parlamento per realizzare il grande sogno dei plutocrati: la politica a costo zero per le casse dello Stato.

Perché la politica a costo zero non è: è costata il sangue di quei 335 martiri e di tanti altri morti per garantire a noi, finanziamentopubblicomaniaci, la partecipazione democratica. E continua a costare un tributo meno tragico in termini di allestimento di luoghi di libera discussione, di diffusione dell’informazione, di organizzazione di eventi. Molto meno tragico, è persino blasfemo il paragone: 2 euro e 50 cadacranio. Perché questo sarebbe il risparmio per i cittadini in caso di abolizione di questo orribile balzello. 2 euro e 50 a testa. Ed in cambio la libertà di riunirsi per esprimere le proprie idee in un luogo chiuso e non sotto i ponti, di poter ascoltare le campane di tutti e non solo del riccone che ti paga 10 euro o lo straordinario.

Buona domenica delle Palme, in questo giorno in cui ricordiamo quelle 335 salme morte per, ditemelo voi per cosa sono morte. Buona domenica delle Palme, in questo giorno in cui ci arrabbiamo per quelle salme sotto il palco di un miliardario che ha comprato il loro consenso.

Buona domenica delle Salme.

 

 

 

 

 

 

posted under Politica | 4 Comments »

DEL GOVERNO DEI FILOSOFI O DI ALTRE CATEGORIE

marzo22

SENATO: VOTO PER VICE PRESIDENTI E QUESTORIMessora, che coordina la comunicazione del gruppo M5S del Senato, ha coordinato questo capolavoro di comunicazione di Crimi: “NESSUNA FIDUCIA AD UN GOVERNO DI QUESTI PARTITI NE’ POLITICO NE’ TECNICO è difficile da comprendere? in che lingua dovrei ripeterlo? Quindi pregherei di non forzare le mie parole, nessuna apertura al PD… nessuna apertura al PD….” E sono anche in due a coordinare queste frescacce, uno si occupa della Camera e uno del Senato, non basta un coordinatore.

Comunque questo messaggio è meno insensato di quel che sembra. Infatti al primo impatto sembra una fesseria: se un partito o un non-partito o comunque una roba che presenta le liste ottiene un numero di voti determinante per la formazione di un governo poi li deve usare. Può mettere condizioni, ma non rifiutarsi a priori di bocciare qualsiasi maggioranza, altrimenti avrebbe dovuto dire nei comizi: “Dateci un po’ di voti, ma non troppi, mi raccomando, se no poi ci chiedono che intenzione abbiamo di fare”

E invece non lo è perché loro si rifiutano di appoggiare governi politici o tecnici, non altri tipi di governo.

E c’è un esempio nella letteratura politica di governo né politico, né tecnico: il governo dei filosofi. Sta nella Repubblica di Platone. Fa un po’ a cazzotti con la democrazia diretta, è vero, dato che gli artigiani, commercianti non potevano contare neanche sulla democrazia rappresentativa, ma siccome il M5S rappresenta il cittadino, e i cittadini la pensano ognuno come gli pare, non è detto che Crimi sia favorevole alla democrazia diretta. Veramente non si sa a cosa sia favorevole, per adesso il suo coordinatore della comunicazione gli ha coordinato solo quello a cui non è favorevole.

Esempi di governi formati da altre tipologie di competenze non ce ne sono, che io sappia. Ma può essere pure che Crimi pensi a qualcosa che non sia deja vu, ossia ad una formula mai sperimentata, né immaginata. Potrei azzardare qualche ipotesi: dato che come primo partito (su questo ci torno dopo) hanno avanzato la pretesa di ottenere l’incarico da Napolitano, e siccome il M5S ha indicato come leader Grillo, che si sa che mestiere fa, può essere che Crimi sia favorevole ad un governo comico. Di certo, siccome il M5S è il partito più votato solo per quelli che non sanno sommare i voti espressi in Italia con quelli degli Italiani all’estero, Crimi non è orientato ad un governo matematico.

Ultima ipotesi, poi lascio alla fantasia dei grillini: siccome tra le loro fila abbondano i coordinatori della comunicazione, non vorrei che Crimi stia riflettendo su un governo coordinato. Si tratta di capire coordinato a che.

 

 

 

posted under Politica | 10 Comments »
« Older Entries

befana

like box

contatore

4w


adsense1